Oct 23, 2019 Last Updated 9:36 PM, Oct 12, 2019

1943-1944 Lungo la linea Gustav. Ragazzi e ragazze raccontateci la storia

Pubblicato in Cultura e memoria
Letto 387 volte

Partire dalla storia di ieri per leggere il presente di oggi.

Rafforzare la conoscenza di quanto accaduto dopo l’8 settembre del ’43, attraverso un parallelismo con i grandi temi e politici di oggi, con l’obiettivo di favorire la consapevolezza che la pace e la convivenza tra i popoli sono il bene più prezioso. Queste le finalità del progetto “1943-1944. Lungo la Linea Gustav. Resistenza alla guerra – Resistenza per la pace. Ragazze e ragazzi raccontateci la storia” che, promosso dallo Spi Cgil Abruzzo Molise e dall’Associazione culturale "Il Sentiero della Libertà", si è concluso ieri con un evento finale al teatro Aventino di Palena patrocinato dal Comune.

La linea Gustav, voluta da Hitler nel 1943 durante la seconda guerra mondiale, divideva di fatto la penisola italiana in due. A Nord, il territorio in mano alla repubblica sociale italiana e alle truppe tedesche, a sud gli Alleati. La sua funzione era quella di ritardare l’avanzata delle forze alleate. Le popolazioni dell’Abruzzo e del Molise, ma anche quelle al confine tra Lazio e Campania, subirono pesantemente le conseguenze della guerra: razzie, distruzioni, rastrellamenti, stragi ed eccidi. “Il sentiero della libertà”, da Sulmona a Casoli attraverso l'Appennino, era la via di fuga di migliaia di prigionieri alleati e di giovani italiani che lottavano per la liberazione d’Italia, divisa proprio dalla Linea Gustav dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, quando l’Abruzzo divenne terra di confine e angolo di speranza per i fuggiaschi che si schieravano con l’Esercito Alleato.

Il progetto ha coinvolto circa cento studentesse e studenti delle classi 4^C del liceo scientifico Galilei, della 5^B del linguistico De Titta-Fermi di Lanciano, della 5^M del liceo scientifico Algeri Marino di Casoli e delle classi 4^ e 5^B dell’istituto tecnico industriale Mattei di Isernia. 

I ragazzi hanno lavorato insieme ai professori, prima partecipando attivamente agli incontri con esperti e volontari dello Spi Cgil e del Sentiero della Libertà. Poi lavorando aI seguenti elaborati e video finalizzati a raccontare la storia, che ieri hanno illustrato  costruendo un ideale passaggio di testimone tra il passato e il presente:

  • 4 C Liceo Scientifico Statale Galileo Galilei di Lanciano (CH) prof Luciano Biondi: video intitolato "La linea Gustav tra guerra e pace" con interviste a persone anziane che ricordano ancora episodi legati alla seconda guerra mondiale per averli vissuti in prima persona, con immagini di repertorio, ricostruendo la storia del pastore Michele Del Greco, tradito dai fascisti e condannato a morte dai tedeschi per aver aiutato ex prigionieri alleati, recuperando le parole dell'ex presidente Ciampi che visse alcuni mesi nascosto nel paese di Scanno 
  • V B Liceo Linguistico Statale De Titta di Lanciano (CH) prof. Umberto Nasuti: video intitolato "Martiri 5-6 ottobre 1943" sugli avvenimenti del 5 e 6 ottobre 1943 in cui la città di Lanciano insorse contro i tedeschi: nello scontro trovarono la morte 47 tedeschi, tra ufficiali e militari di truppa, e 23 lancianesi, 11 in combattimento e 12 per rappresaglia.
  • IV e V B Elettronica Istituto Tecnico Industriale Statale Mattei di Isernia prof. Antonella Tombolini: powerpoint “Tracce di memoria e di resistenza” recupero della memoria storica locale attraverso le preziose testimonianze di nonni, familiari e amici riportate su una mappa ipertestuale del Molise e dell’Alto Casertano (luoghi di provenienza degli allievi)
  • V M Liceo Scientifico Statale Algeri Marino di Casoli (CH) prof. Maria Lucia Di Fiore: video intitolato "La Staffetta umanitaria" in ricordo di Iride Imperoli donna coraggiosa che affronta grandi rischi per portare messaggi ed accompagnare persone tra Sulmona e Roma.

All’evento hanno parteciperanno tutti gli studenti e i professori che hanno aderito al progetto, insieme ad Antonio Iovito, segretario generale dello Spi Cgil abruzzo Molise, e a Maria Rosaria La Morgia, presidente dell’associazione “Il sentiero della Libertà”, associazione da sempre impegnata sui temi dell’antifascismo che ha lo scopo di promuovere attività di carattere culturale-ambientale al fine di sollecitare la partecipazione popolare, l’impegno civile e sociale dei cittadini,  organizzatrice, ormai da diciannove anni, di una marcia sul sentiero della libertà che percorrevano quanti volevano raggiungere le linee alleate durante la seconda guerra mondiale. Il cammino si svolge ogni anno in aprile/maggio e coinvolge tanti studenti e studentesse provenienienti da vari luoghi del nostro paese ed anche tanti adulti. Il senso di questa bella e interessante collaborazione è sintentizzata nelle parole di Antonio Iovito: “Come sindacato dei pensionati pensiamo sia fondamentale dialogare anche con tutte le altre associazioni e realtà presenti sul territorio”......  “Solo così possiamo valorizzare i nostri centri, le nostre aree interne, rileggerne ruolo e funzione e importanza strategica anche a partire da ciò che furono nel nostro passato più recente”.

All’iniziativa hanno preso parte, come ospiti, anche Nicola Palombaro, ricercatore presso l’Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea, e lo storico Edmondo Montali della fondazione Giuseppe Di Vittorio.

“L’obiettivo del nostro progetto”, dice Antonio Iovito, “è quello di far studiare la storia in modo diverso, creativo. Far capire ai ragazzi che la storia non è lettera morta ma è una materia viva su cui si può lavorare. Un patrimonio che tutti dobbiamo conoscere, anche per non abbassare mai la guardia di fronte agli attacchi alla libertà e alla democrazia che purtroppo, pericolosamente, si registrano sempre più di frequente nel nostro paese.......... E' quello di creare una sorta di gemellaggio che coinvolga scuole, istituzioni locali e organizzazioni antifasciste abruzzesi e di altri Paesi europei, per costruire un percorso di crescita, conoscenza e memoria lungo la Linea Gustav. L’edizione di quest’anno ha riscosso notevole successo e per il prossimo anno abbiamo in mente tante novità, sempre mettendo al centro i giovani e le scuole”.

 

Seguici su Facebook Spi Abruzzo Molise

Link utili

loghetto spi cgil
 
cgil il portale del lavoro
 
cgil abruzzo logo
 
 
 
loghetto inca
 
logo sistemaservizi small
 
logo auser per link utili
 
logo asuer abruzzo
 
1loghetto federconsumatori