Oct 23, 2019 Last Updated 9:36 PM, Oct 12, 2019

Deprecated: Methods with the same name as their class will not be constructors in a future version of PHP; plgContentJw_sigpro has a deprecated constructor in /var/www/virtual/spiabruzzo.it/vhosts/www/htdocs/plugins/content/jw_sigpro/jw_sigpro.php on line 19

Capitalismo, natura, lavoro. La Lega Spi e la Fillea Cgil organizzano conferenza a Sulmona

Pubblicato in Iniziative
Letto 47 volte

dal sito web di CentroAbruzzonews. Capitalismo, Natura e Lavoro. E’ il titolo della Conferenza che si è tenuta a Sulmona presso la sede della Comunità Montana Peligna. Conferenza organizzata dalla lega SPI-CGIL Area Peligna e dalla FILLEA della Provincia dell’Aquila con la partecipazione di Mario AGOSTINELLI, Portavoce del Contratto Mondiale per l’energia e il clima, già Segretario Generale della CGIL Lombardia.

L’emergenza ambientale e climatica ha assunto una centralità nel dibattito pubblico e istituzionale, anche grazie alla mobilitazione di milioni di ragazze e ragazzi di tutto il mondo a seguito degli appelli della studentessa sedicenne svedese Greta Thunberg.

Per l'occasione erano presenti Emanuele Verrocchi, segretario Fillea Provincia dell'Aquila e Ennio Mastrangioli, Segretario Lega SPI. Che si tratti di una emergenza vera sono tanti gli eventi che lo dimostrano: sconvolgenti cambiamenti atmosferici e climatici, frequenti alluvioni, frane, andamenti meteo che modificano e distruggono le stagioni agricole e così via dicendo.

Le conseguenze maggiori del peggioramento delle condizioni climatiche del nostro pianeta e della qualità dell’aria che respiriamo in tutte le parti del mondo, purtroppo riguardano le nostre stesse condizioni di salute.Conseguenze gravi evidenziate dall’insorgere e dall’aumento di malattie gravi, inedite e mortali: stime recenti valutano in circa 500 mila morti causate ogni anno in Europa a causa della inadeguata qualità dell’aria.

E’ indubbio che l’attuale modello di sviluppo, basato sulla ricerca massima del profitto e dello sfruttamento estremo delle risorse umane, ambientali e territoriali, necessita di un radicale cambiamento e ripensamento. Un necessario cambiamento che, obbligatoriamente, tira in ballo anche il ruolo del Sindacato per le conseguenze che esso potrà avere sugli attuali assetti produttivi e lavorativi, basati su una logica produttivista, non sempre rispettosa di un giusto equilibrio tra lavoro e ambiente.

Per queste ragioni la CGIL, nel suo ultimo Documento Congressuale ha sottolineato con forza la centralità della “sostenibilità ambientale, economica, sociale e territoriale per un nuovo modello di sviluppo che risponda ai bisogni di oggi e rispetti quelli delle prossime generazioni”. "Un approccio che condividiamo, partendo dalla sensibilità, preoccupazione e attenzione del nostro territorio sulle tematiche dell’ambiente e della salute, come le battaglie di questi anni sul metanodotto e Centrale SNAM stanno a dimostrare".

Link utili

loghetto spi cgil
 
cgil il portale del lavoro
 
cgil abruzzo logo
 
 
 
loghetto inca
 
logo sistemaservizi small
 
logo auser per link utili
 
logo asuer abruzzo
 
1loghetto federconsumatori

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Query Database